SELEZIONE DEL PERSONALE DIRIGENTE, DOCENTE ED ATA DA DESTINARE ALL’ESTERO

SELEZIONE DEL PERSONALE DIRIGENTE, DOCENTE ED ATA DA DESTINARE ALL’ESTERO. SCADENZA: 28 gennaio 2019
Decreto del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione n. 2021 G.U. 8/1/2019

Il MIUR ha pubblicato il 22 ottobre 2018  il Decreto Interministeriale n. 634/2018 ai sensi degli articoli 14 e 15  del decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 64, definendo i requisiti culturali e professionali fondamentali, la formazione propedeutica alla destinazione all’estero e le attività di formazione in servizio del personale scolastico da destinare alle istituzioni scolastiche italiane all’estero.

I Profili previsti di personale scolastico sono:

  • dirigenti scolastici;

  • docenti;

  • docenti come lettore;

  • docenti di lingua straniera;

  • personale amministrativo ATA.

Il bando del Dipartimento per il Sistema Educativo di Istruzione e Formazione n. 2021 pubblicato nella G.U. dell’ 8/1/2019 con la relativa tabella di valutazione dei titoli per la selezione, prevede un colloquio al quale potrà partecipare il personale docente e ATA in possesso dei requisiti previsti dal Decreto. n. 634/2018.

PERSONALE DOCENTE ED ATA

La domanda si presenta con apposita istanza esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema POLIS «Istanze on line» a partire dalle ore 9,00 del giorno 12 gennaio 2019 e fino alle ore 23,59 del giorno 28 gennaio 2019. Il sistema informatico rilascia il numero identificativo e la ricevuta di avvenuta iscrizione.

Criteri generali e requisiti di ammissione alla selezione

Alla selezione è ammesso a partecipare:

  • il personale docente e il personale ATA;

  • limitatamente ai direttori dei servizi generali e amministrativi e agli assistenti amministrativi della scuola, con contratto di lavoro a tempo indeterminato che all’atto della domanda abbiano maturato un servizio effettivo, dopo il periodo di prova, di almeno tre anni in territorio metropolitano, nel ruolo di appartenenza.

Si precisa che:

non si valuta l’anno scolastico in corso;

il personale docente può presentare domanda per una o più tipologie di istituzioni scolastiche tra quelle riportate e contrassegnate dalle relative sigle indicate nell’Allegato 1;

i requisiti per la partecipazione alla procedura selettiva risultano autocertificati tramite le dichiarazioni contenute nella domanda stessa;

i titoli devono essere posseduti entro il termine di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione alla procedura selettiva;

il candidato è tenuto ad indicare il numero telefonico, nonché il recapito di posta elettronica ordinaria e/o certificata presso cui chiede di ricevere le comunicazioni relative alla selezione;

eventuali variazioni dopo essere state modificate sul sistema POLIS, dovranno essere comunicate con posta elettronica ordinaria o certificata, al seguente indirizzo selezione. estero@istruzione.it.

Non sono valide le domande di partecipazione alla selezione presentate con modalità diverse da quelle previste nel bando.

I codici funzione sono indicati nell’Allegato n. l

Hanno titolo a partecipare alla selezione, relativamente all’insegnamento della lingua e della cultura italiana :

i docenti di scuola primaria;

i docenti di materie letterarie delle scuole secondarie di primo e secondo grado, classi di concorso A022, A012, A011 e A013;

i docenti di lingue straniere delle scuole secondarie di primo e secondo grado (classi di concorso AA25 – AB25 – AC25 – AD25 – AA24 – AB24 – AC24 – AD24), che siano in possesso di uno dei requisiti di cui al comma 3 dell’articolo 3, lettere b1) e b2).

Hanno titolo a partecipare alla selezione per lettori

i docenti di materie letterarie delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, classi di concorso A022, A012, A011 e A013;

i docenti di lingue straniere delle scuole secondarie di primo e di secondo grado (classi di concorso AA25 – AB25 – AC25 – AD25 – AA24 – AB24 – AC24 – AD24) che, ai sensi dell’art. 4 del D.I. 634 del 2 ottobre 2018:

abbiano superato almeno due esami di lingua e/o di letteratura italiana secondo la tabella A/1 di omogeneità del MIUR, allegata al decreto del Presidente della Repubblica n. 19 del 14 febbraio 2016 ovvero;

abbiano conseguito 12 crediti nel settore scientifico disciplinare L FIL LET 10 – Letteratura italiana» (denominazione dell’esame di letteratura italiana) e 12 crediti nel settore scientifico disciplinare «L FIL LET 12 – Linguistica italiana» (denominazione dell’esame: didattica italiana o grammatica italiana o linguistica italiana o storia della lingua italiana).

Non sono ammessi alla selezione coloro che:

  • nell’arco dell’intera carriera abbiano già svolto due periodi all’estero ciascuno dei quali di sei anni scolastici consecutivi, inclusi gli anni in cui ha luogo l’effettiva assunzione in servizio, e i due periodi non siano separati da almeno sei anni scolastici di effettivo servizio nel territorio nazionale.

  • non possano assicurare la permanenza in servizio all’estero per sei anni scolastici a decorrere dal 2019/2020. Di anno in anno, in occasione dell’individuazione dei candidati per la destinazione all’estero, saranno successivamente depennati dalle relative graduatorie coloro che non potranno assicurare la permanenza all’estero per i successivi sei anni.

Requisiti culturali e professionali del personale docente e ATA

I requisiti culturali richiesti al personale da destinare all’estero sono previsti dall’articolo 4 del bando:

  • avere una certificazione linguistica non inferiore al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER) per l’area linguistica per la quale si intende partecipare: inglese, francese, tedesco e spagnolo – la laurea magistrale in lingua è considerata corrispondente al livello C1;

  • aver partecipato ad almeno un’attività formativa della durata non inferiore a 25 ore, organizzata da soggetti accreditati dal MIUR ai sensi della direttiva 170 del 21 marzo 2016, su tematiche afferenti all’intercultura o all’internazionalizzazione.

I requisiti professionali richiesti al personale docente:

  • essere assunto con contratto a tempo indeterminato ed aver prestato, dopo il periodo di prova, almeno 3 anni di effettivo servizio in Italia nel ruolo di appartenenza: classe di concorso/posto (infanzia-primaria)/profilo;

  • non essere stato restituito ai ruoli metropolitani durante un precedente periodo all’estero per incompatibilità di permanenza nella sede per ragioni imputabili all’interessato;

  • non essere incorso in provvedimenti disciplinari superiori alla censura e non aver ottenuto la riabilitazione.

I docenti assegnati alle attività di sostegno devono possedere la relativa specializzazione.

Si precisa che:

le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 dell’articolo 4 si applicano anche al personale in servizio presso le scuole europee;

in aggiunta ai requisiti culturali e professionali di cui all’art. 3 del D.I. 634 del 2 ottobre 2018:

  • per il personale da destinare alle iniziative di cui all’art. 10 del decreto legislativo, si rimanda all’art. 3 comma 2 del bando;

  • per il personale di cui all’art. 12 commi 1 e 2 del decreto legislativo da destinare all’estero come lettore, si rimanda all’art. 3 comma 3 del presente bando.

Il personale amministrativo della scuola da destinare all’estero deve avere:

  • una certificazione della conoscenza della lingua straniera per la quale si partecipa non inferiore al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER);

  • è valutato corrispondente con il livello C1 del QCER il possesso di laurea magistrale nella relativa lingua straniera.

I requisiti professionali richiesti al personale amministrativo della scuola sono:

  • essere assunto con contratto a tempo indeterminato ed aver prestato, dopo il periodo di prova, almeno 3 anni di effettivo servizio in Italia nel ruolo di appartenenza;

  • non essere stato restituito ai ruoli metropolitani durante un precedente periodo all’estero per incompatibilità di permanenza nella sede per ragioni imputabili all’interessato;

  • non essere incorso in provvedimenti disciplinari superiori alla censura e non aver ottenuto la riabilitazione.

Domanda di partecipazione

Il settore SCI comprende:

  • scuole italiane statali e non statali;

  • sezioni di italiano inserite nelle scuole straniere;

  • sezioni di italiano inserite in scuole internazionali;

  • scuole straniere in cui è presente l’insegnamento dell’italiano;

  • iniziative scolastiche ex art. 10 del decreto legislativo.

SEU scuole europee sono:

istituzioni intergovernative scolastiche, (attualmente presenti in Belgio, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Spagna).

LET Lettorati di Italiano presso Università estere:

  • incarichi a sostegno dell’insegnamento della lingua e della cultura italiana presso le Università straniere;

  • il MAECI può, inoltre, incaricare i lettori di svolgere attività extra-accademiche di promozione della lingua e della cultura italiana.

Il personale docente che intende partecipare alla procedura selettiva per più tipologie di istituzioni, deve inoltrare un’unica domanda, comprensiva delle tipologie richieste tra quelle previste, indicate con le sigle:

SCI “Scuole e iniziative scolastiche”

SEU “ Scuole europee”

LET “ Lettorati di Italiano presso Università estere”

Il personale ATA, presenta domanda unicamente per la tipologia ATA indicata nell’Allegato 1.

Al personale docente ed ATA è consentito partecipare alle prove per una o più lingue straniere, (francese, inglese, spagnolo e tedesco).

La procedura si articola in una selezione per titoli e colloquio

  • i titoli valutabili sono quelli culturali, professionali e di servizio previsti dagli Allegati 3, 4 e 5 del bando e devono essere conseguiti, entro la scadenza del termine fissato per la presentazione della domanda di ammissione;

  • la commissione valuta esclusivamente i titoli dichiarati nella domanda di partecipazione alla selezione.

  • il punteggio finale dei candidati si valuta in sessantesimi secondo le modalità indicate negli Allegati 3, 4 e 5;

  • per il personale docente la commissione comunica la non ammissione al colloquio ai candidati in difetto dei requisiti o che non abbiano raggiunto almeno 25 punti nella valutazione di titoli;

  • per il personale ATA la commissione comunica la non ammissione al colloquio ai candidati in difetto dei requisiti o che non abbiano raggiunto almeno 15 punti nella valutazione di titoli.

Hanno accesso alla fase successiva del colloquio i candidati che abbiano, per ciascuna area linguistica e tipologia:

  • un punteggio minimo di almeno 25 punti nella valutazione dei titoli per il personale docente;

  • 15 punti nella valutazione dei titoli per il personale ATA.

Il colloquio accerterà l’idoneità relazionale richiesta per il servizio all’estero, con particolare riferimento alle competenze linguistico-comunicative nella lingua/e indicata/e nella domanda, alla conoscenza del funzionamento del sistema scolastico italiano all’estero, degli strumenti di promozione culturale, della normativa sul servizio all’estero del personale della scuola e delle caratteristiche generali delle realtà educative e dei sistemi scolastici dei principali Paesi delle aree linguistiche di destinazione.

Al colloquio la commissione attribuisce un punteggio massimo di 40 punti per ciascuna delle aree linguistiche indicate dal candidato nella domanda di partecipazione.

L’avviso relativo al calendario, all’indicazione della sede e all’orario di inizio dei colloqui verrà pubblicato sul sito istituzionale del MIUR.

La pubblicazione sul sito Internet del MIUR ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Graduatorie

  • Il punteggio si valuta in centesimi e si ottiene dalla somma del punteggio conseguito per i titoli e per il colloquio.

  • a parità di punteggio complessivo si applicano le preferenze;

  • le graduatorie hanno validità di sei anni e, in ogni caso, fino all’approvazione delle graduatorie successive.

  • per le aree linguistiche le cui graduatorie sono esaurite o mancanti, le procedure di selezione possono essere indette prima della scadenza sessennale.

La Redazione ACLIS, per ulteriori approfondimenti allega i bandi per:

la selezione del personale Docente ed ATA da destinare all’estero, Decreto n. 2021, Gazzetta Ufficiale dell’ 8/1/2019;

la selezione dei Dirigenti scolastici da destinare all’estero, Decreto n. 2020, Gazzetta Ufficiale dell’ 8/1/2019.

Articolo 4 NOVEMBRE 2018 “IPOTESI di Contratto Collettivo Nazionale Integrativo”

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *