fbpx

CONCORSO SCUOLA 2016: CATEGORIE CHE POSSONO PRESENTARE RICORSO.

A pochi giorni dalla pubblicazione del Concorso scuola 2016 la nostra associazione professionale si impegna ancora una volta a fornire un supporto costante agli insegnanti. Questi ultimi sono notoriamente vessati e danneggiati da una mala gestione del sistema che ruota attorno al “mondo scuola”, basato su una normativa di riferimento che sempre più spesso sembra non tenere conto del fatto che quello all’insegnamento è un diritto, e non un privilegio da concedere a determinate categorie a seconda delle scelte attuate dal Governo di turno.

Abbiamo sempre cercato di contraddistinguerci rispetto ad altre associazioni e/o studi professionali che, approfittando della poca credibilità dell’Amministrazione Scolastica e visto il gran numero di soggetti coinvolti, hanno avviato le azioni legali più disparate anche quando non erano sorrette da solidi fondamenti giuridici.

Questa volta l’occasione nasce dalla recente pubblicazione dei tre bandi per il concorso scuola 2016, atteso da migliaia di soggetti che vedono nella scuola la possibilità di costruirsi un futuro professionale.

Concorso scuola 2016: categorie illegittimamente escluse

Il nostro staff legale, dopo un intenso lavoro di approfondimento e di studio, anche alla luce dei pronunciamenti giurisprudenziali in materia, rende note le categorie che risultano illegittimamente escluse dalla possibilità di partecipare alla procedura concorsuale:

  • GIOVANI LAUREATI

che hanno conseguito il titolo di studio dopo il 31 agosto 2014: si tratta di soggetti che oggi vedono l’unica possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento nel concorso 2016, non essendoci in atto altri percorsi abilitanti da intraprendere.

  • LAUREATI

che hanno conseguito il titolo di studio prima del 31 agosto 2014: differentemente dai primi, questi avrebbero potuto ottenete l’abilitazione attraverso i percorsi abilitanti esistenti, ma risultano comunque danneggiati da un sistema Ministeriale che ha attivato tali percorsi (TFA e/o PAS) in maniera non costante e senza tempi certi, contrariamente a quanto disposto dal legislatore. Molti di questi, peraltro, sono soggetti che da diversi anni insegnano nella scuola pubblica con contratti a tempo determinato (essendo inseriti nelle Graduatorie di Istituto di terza fascia), trovando sotto tale profilo una decisa tutela da parte della normativa Europea tuttora disapplicata dallo Stato italiano.

  • ABILITANDI TFA E PAS

che non hanno ancora concluso il percorso abilitante

  • LAUREATI IN POSSESSO DI TITOLO IDONEO ALL’INSEGNAMENTO IN BASE ALLE NUOVE CLASSI DI CONCORSO

che sono state recentemente pubblicate da Ministero, ma che non potevano partecipare ai precedenti percorsi abilitanti attivati con le vecchie classi di concorso.

Alla luce delle considerazioni svolte, il nostro staff legale  ha predisposto delle azioni legali, rivolte a ciascuna delle singole categorie lese al fine di tutelare tutti i soggetti che hanno realmente diritto a partecipare alla procedura concorsuale.

I ricorsi sono volti ad ottenere un provvedimento cautelare che consenta a tutti gli esclusi di essere ammessi  alle prove scritte, garantendo la parità di trattamento con tutti i candidati ammessi dai bandi.

In considerazione dell’imminente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale delle date di svolgimento delle prove scritte (prevista dai bandi per il 12 aprile 2016),  lo staff legale mette a disposizione le schede di presentazione della domanda cartacea di partecipazione al concorso, nonché i moduli di adesione ai ricorsi.

TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DEVE PERVENIRE PRESSO LO STUDIO LEGALE ENTRO E NON OLTRE IL 25 MARZO 2016 (SALVO PROROGHE)

Per l’adesione ai ricorsi, è necessario altresì inoltrare entro il 30 marzo 2016 il modello di domanda cartaceo da spedire al Ufficio Scolastico Regionale competente, che potete scaricare gratuitamente cliccando sul seguente link: Istruzioni e domanda cartacea

Il costo di adesione al ricorso è di € 200,00 (euro duecento/00), comprensivi di tutto, senza alcun obbligo di tesseramento sindacale.

Per aderire al ricorso scarica la documentazione e segui le istruzioni: Modelli adesione ricorso al concorso scuola 2016

I nostri legali restano a disposizione per fornire qualsiasi informazione o chiarimento in merito all’illegittima esclusione dal concorso scuola 2016.

Chiunque volesse intraprendere un ricorso non compreso tra le dette categorie o di natura individuale è invitato a contattare direttamente lo studio legale. Per contattarli, clicca qui

Seguici anche su  Facebook al seguente link

Corrispondenza tra le nuove classi di concorso ed i titoli di studio posseduti