Focus sul regolamento Concorso Dirigenti Scolastici: false speranze e reali possibilità

Aclis fornisce un focus sul regolamento Concorso Dirigenti Scolastici e sulle presunte illegittimità.

Il 20 settembre 2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Regolamento per la definizione delle modalità di svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli della dirigenza scolastica, la durata del corso e le forme di valutazione dei candidati ammessi al corso.

Si tratta di un atto preliminare al bando di concorso che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale e sul sito del Ministero dell’Istruzione.

Il regolamento prevede un corso-concorso in tre fasi (eventuale prova pre-selettiva, concorso di ammissione al corso di formazione dirigenziale e corso di formazione dirigenziale e tirocinio) che ha come obiettivo la copertura dei posti disponibili per il prossimo triennio 2018-2021.

A differenza del precedente concorso, il nuovo regolamento prevede che possono partecipare i docenti di ruolo che abbiano effettivamente reso, nelle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione, “un servizio di almeno cinque anni anche se maturato antecedentemente alla stipula del contratto a tempo indeterminato”.

Viene superato, così, il limite relativo ai “5 anni di servizio di ruolo” posto dal precedente concorso, consentendo l’accesso anche ai docenti di ruolo con anni di precariato alle spalle.

Il nuovo regolamento, dunque, tiene conto dei precedenti giurisprudenziali, come la sentenza del Consiglio di Stato n. 4724 del settembre 2014, o ancora le sentenze n. 8086/2013 e la n.9729_2014 del Tar Lazio, con le quali è stato consentito di partecipare al concorso per dirigenti scolastici bandito nel 2011 anche ai docenti di ruolo che non avessero maturato i 5 anni di servizio richiesti dopo la nomina in ruolo.

E’ bene precisare però, che i citati precedenti giurisprudenziali riguardano esclusivamente i docenti già di ruolo al momento della partecipazione al concorso.

Al contrario, ad oggi non vi sono precedenti giurisprudenziali sulla questione dell’accesso al concorso per dirigenti scolastici dei docenti precari abilitati, dei docenti neoimmessi in ruolo, o docenti di ruolo ancora non confermati in ruolo (col superamento dell’anno di prova).

Per tale ragione, i legali Aclis, ritengono opportuno approfondire la questione alla luce della normativa europea e delle pronunce della Cassazione, al fine di appurare se i principi confermati nelle predette sentenze (tra cui la tanto paventata clausola 4 dell’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato, allegato alla direttiva del Consiglio dell’Unione europea 28 giugno 1999, n. 70) possano realmente consentire l’accesso a tale concorso anche ai docenti non ancora in ruolo.

Per visualizzare il testo del regolamento clicca qui

Per rimanere aggiornati su tutti i nostri approfondimenti giurisprudenziali e sulle eventuali azioni legali a tutela dei vostri diritti, è possibile compilare il modulo di richiesta informazioni ed indicare in oggetto il Vostro nominativo e la dicitura “concorso dirigenti scolastici 2017” oppure inviare una mail a arealegale@aclis.it, sempre indicando in oggetto il Vostro nominativo e la dicitura “concorso dirigenti scolastici 2017”.

Per confrontarvi con altri colleghi ed avere risposte in tempo reale, sguiteci anche sul nostro gruppo facebook

print

Traffic at a Glance

Accessi 10.400

Days in Range 30

Average Daily Pageviews 347

Da risultati di ricerca 2.995

IP unici 4.563

Ultimi 30 minuti 7

Oggi 69

Ieri 336