Bando Concorso straordinario per la scuola dell’Infanzia e Primaria su posto comune e di sostegno

Bando Concorso straordinario per la scuola dell’Infanzia e Primaria su posto comune e di sostegno
La Redazione ACLIS

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 89 del 9-11-2018  il bando del concorso straordinario per posti comuni e di sostegno nella scuola dell’infanzia e primaria, che porterà alla formazione di graduatorie di merito straordinarie  su base regionale.

Ciascuna graduatoria comprende tutti i soggetti ammessi alle distinte procedure  che si sono sottoposti alla prova orale e sono utilizzate  annualmente,   ai fini dell’immissione in ruolo e sino al loro esaurimento.

L’immissione in ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali comporta:

  • la decadenza  dalle  altre graduatorie del predetto concorso;
  • la decadenza dalle graduatorie di istituto e dalle graduatorie ad esaurimento;
  • la rinuncia al ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie  regionali  comporta  esclusivamente  la  decadenza dalla graduatoria relativa.

I candidati potranno presentare domanda:

  • esclusivamente on line, attraverso il sistema Polis: dalle 9 del 12 novembre alle ore 23.59 del 12 dicembre;
  • possono presentare istanza di partecipazione, a pena di esclusione, in un’unica regione per una o più delle procedure concorsuali per le quali posseggano  i  requisiti.
Dichiarazione, presentazione e valutazione dei titoli

I titoli valutabili sono quelli previsti dall’allegato  C  del decreto ministeriale e devono essere conseguiti entro la data di scadenza del termine previsto  per  la presentazione della domanda  di  ammissione.

Si precisa che:

  • la commissione di valutazione valuta, esclusivamente, i titoli dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso;
  • il candidato  che  ha sostenuto la prova  orale  presenta  al  dirigente  preposto  all’USR competente i titoli dichiarati nella domanda di  partecipazione,  non documentabili con autocertificazione o dichiarazione sostitutiva;
  • la presentazione deve essere effettuata  entro  e  non  oltre  quindici giorni dalla comunicazione.

Alla selezione potrà partecipare chi ha una abilitazione o è specializzato per l’insegnamento sul sostegno, (sono inclusi anche i docenti già di ruolo), in possesso dei seguenti requisiti:

Sono ammessi a partecipare:

docenti in possesso di diploma magistrale, conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive;

docenti in possesso di laurea abilitante in Scienze della Formazione primaria, che abbiano svolto, nel corso degli ultimi otto anni scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018) almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive.

Per i posti di sostegno, oltre ai requisiti del titolo di studio e delle due annualità di servizio, è richiesto anche il titolo di specializzazione sul sostegno.

Valutazione della  prova  orale  e  dei  titoli 

  Il servizio è considerato anno intero se nel medesimo anno scolastico sono stati prestati complessivamente almeno 180 giorni di supplenza oppure una supplenza continuativa dal 1° febbraio fino al termine delle attività didattiche.

Questo vuol dire che per partecipare bisogna aver prestato servizio, anche non continuativo, per almeno 180 giorni in un anno scolastico.

In alternativa, viene considerato valido il servizio dal primo febbraio al termine degli scrutini o esami. Tali giorni di servizio devono essere stati svolti negli ultimi 8 anni, alla data di scadenza del bando.

Si precisa che non è possibile sommare servizi che si riferiscono ad anni scolastici differenti, per cui i 180 giorni vanno calcolati solo per un anno scolastico.

Il Decreto non prevede di valutare come valido il servizio svolto nelle scuole paritarie, anche se riconosciute ai sensi della legge 62 del 10 marzo 2000 e pur assolvendo un servizio di istruzione pubblica.

Infatti, il requisito per partecipare al concorso è quello dell’obbligo di avere svolto nel corso degli ultimi otto anni scolastici almeno due annualità di servizio specifico presso le istituzioni scolastiche statali valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n° 124 e successive modificazione.

E’ un concorso non selettivo, pertanto, tutti i partecipanti potranno essere inseriti in graduatoria di merito in base ai titoli di servizio e di cultura posseduti (70 punti) e in base al punteggio della prova orale ( 30 punti).

Per  la  valutazione  della  prova  orale  e  dei  titoli:

  • la commissione di valutazione ha a disposizione un punteggio massimo pari rispettivamente a 30 punti e a 70 punti;
  • i criteri di valutazione della prova orale, distinti per le diverse procedure concorsuali, sono riportati nelle griglie di valutazione di cui all’Allegato B;
  • la commissione di valutazione assegna ai titoli culturali e professionali un punteggio massimo di 70 punti, ai sensi della tabella di cui all’Allegato C.

I docenti immessi in ruolo saranno sottoposti, per la conferma dell’assunzione, al periodo di formazione e di prova.

In allegato al Decreto si trova:

ALLEGATO A – relativo ai Programmi Concorsuali ( A.1 Parte Generale ; A.2 Scuola dell’Infanzia; A.3 Scuola Primaria; A.4 Sostegno Infanzia e Primaria ).

ALLEGATO B – Griglia di valutazione prova orale scuola primaria – posto comune;

Griglia di valutazione prova orale scuola primaria – sostegno;

Griglia di valutazione prova orale scuola dell’Infanzia- posto comune;

Griglia di valutazione prova orale scuola dell’Infanzia- sostegno;

ALLEGATO  C   – Tabella di ripartizione del punteggio dei titoli valutabili nei concorsi straordinari per l’accesso ai ruoli del personale docente nella scuola dell’infanzia e primaria, su posto comune e di sostegno.

Si precisa inoltre che, insieme all’uscita del bando per il concorso straordinario è stato inviato al Ministero dell’Economia e delle Finanze la richiesta formale per far partire il concorso ordinario, sempre per la scuola dell’infanzia e primaria.

il concorso ordinario, per il quale il MIUR ha presentato richiesta al MEF, prevede un contingente complessivo di 10.183 posti: 5.626 comuni e 4.557 di sostegno.

Per ulteriori approfondimenti, consultare l’articolo del 29 ottobre 2018 che riporta il Decreto Ministeriale pubblicato nella  Gazzetta Ufficiale del 26 ottobre 2018.

Si allega:

Bando Concorso G.U. n. 89 del 9/11/2018

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Traffic at a Glance

Accessi 10.412

Days in Range 30

Average Daily Pageviews 347

Da risultati di ricerca 3.000

IP unici 4.567

Ultimi 30 minuti 16

Oggi 81

Ieri 336